Electro Acoustic Room

 

10.01


Venerdì, ore 18:30

Teatrostudio

BigliettiCrediti

Terzo appuntamento della serie dedicata alla musica elettroacustica. Sentire in italiano vale tanto per l’udito che per il tatto. Tra pelle e udito c’è un legame arcaico legato allo sviluppo dell’embrione, infatti gli organi dell’orecchio si sviluppano a partire dal medesimo foglietto embrionale (l’ectoderma). E cosi come toccare è sempre anche un sentirsi toccare, quando si parla ci si ascolta sempre. Nulla quanto l’ascolto ci apre la via alla consapevolezza di una differenza tra un dentro e un fuori; di un sé che è risonanza dell’altro e di un sentire che è anche sentirsi sentire.

EAR è un progetto di Spazio21 del Conservatorio della Svizzera italiana in coproduzione con LuganoMusica e realizzato con il sostegno della Fondazione Artephila.

 

Crediti

Tariffa F

  • home
  • seguici su Facebook
  • seguici su Instagram
  • seguici su Vimeo
email facebook twitter google+ linkedin pinterest