Scene da Faust

di Johann Wolfgang Goethe, regia e drammaturgia Federico Tiezzi

Foto: Luca Manfrini

2829.01


Martedì, ore 20:30
Mercoledì, ore 20:30

Sala Teatro

KBigliettiCrediti

Tra i grandi protagonisti del teatro italiano, Federico Tiezzi firma la regia di Scene da Faust, produzione importante in cui il regista dirige con mano sicura un cast che vede grandi attori come Sandro Lombardi e Marco Foschi recitare accanto al gruppo degli allievi del Teatro Laboratorio della Toscana, corso di alta formazione per attori diretto dallo stesso Tiezzi.

Nuova tappa della ricerca artistica di Federico Tiezzi, il Faust di Goethe sviluppa un percorso tra i temi cari al regista, come la crisi della soggettività, dell’individuo, dell’io; una riflessione sul conflitto tra l’intellettuale nella sua aspirazione all’eternità e la realtà di una dimensione fisica e biologica che sfugge e si consuma. Goethe lavorò al Faust per sei decenni, dal 1772 al 1831, costruendo un’opera monumentale intorno alla figura del medico e mago cinquecentesco. Attraverso Goethe questo personaggio che aspira alla totalità della conoscenza e all’eterna giovinezza è divenuto parte dell’immaginario collettivo della cultura occidentale, oltre che simbolo della crisi della coscienza e dell’anima dell’uomo contemporaneo.

(…), Tiezzi scandisce tredici scene della Prima parte della grande opera partendo da un’idea che è una magnifica intuizione: Faust, che cerca con fatica e vorrebbe raggiungere l’immortalità con il proprio lavoro e Mefistofele sono, in realtà, frutto della stessa pianta: il Bene e il Male qui hanno le stesse radici, sono fatti della stessa pasta; come già apparve a Grotowski in un suo giovanile Faust (di Marlowe però) i due fanno di due uno: sono figli di un medesimo desiderio di potenza, di andare oltre i confini. Maria Grazia Gregori. www.delteatro.it, 15 maggio 2019

 

Crediti

di
Johann Wolfgang Goethe

versione italiana
Fabrizio Sinisi

regia e drammaturgia
Federico Tiezzi

con
Dario Battaglia, Alessandro Burzotta, Nicasio Catanese, Valentina Elia, Fonte Fantasia, Marco Foschi, Francesca Gabucci, Ivan Graziano, Leda Kreider, Sandro Lombardi, Luca Tanganelli

scene e costumi

Gregorio Zurla

luci
Gianni Pollini

regista assistente
Giovanni Scandella

coreografo
Thierry Thieû Niang

canto
Francesca Della Monica

coordinamento tecnico dell’allestimento
Marco Serafino Cecchi

assistente all’allestimento
Giulia Giardi

scene realizzate da
Silvano Santinelli Scenografie SRL e dal Laboratorio di scenografia del Metastasio

capo macchinista
Tobia Grassi

capo elettricista
Massimo Galardini

costumi realizzati dalla
Bottega di Alta Specializzazione delle Manifatture Digitali Cinema Prato con Bianca Vannucci e Silvia Salvaggio (MDC)

direttore di scena
Marco Serafino Cecchi

macchinista
Tobia Grassi

elettricista
Gianni Pollini

fonico/tecnico video
Daniele Santi

sarta
Chiara Lanzillotta

cura della produzione
Camilla Borraccino

ufficio stampa
Simona Carlucci, Cristina Roncucci

foto
Luca Manfrini

video
Nicola Bellucci (Neuland Film)

progetto grafico ed editing
Francesco Marini

un ringraziamento per l’euritmia a Heike Cantori Wallbaum e a Thomas Richards per la canzone haitiana

produzione
Teatro Metastasio di Prato, Compagnia Lombardi-Tiezzi

in collaborazione con
Fondazione Sistema Toscana/Manifatture Digitali Cinema Prato e Teatro Laboratorio della Toscana/Associazione Teatrale Pistoiese

  • home
  • seguici su Facebook
  • seguici su Instagram
  • seguici su Vimeo
email facebook twitter google+ linkedin pinterest